Nuovi servizi e Innovazione

La Content Delivery Network di Rai Way

La nostra rete di distribuzione carrier neutral, affidabile e veloce




If content is king...

Il settore “Media & Entertainment” sta attraversando in questi anni una fase di trasformazione radicale”. La progressiva convergenza e integrazione dell’industria dei media con le reti di telecomunicazioni ha determinato la nascita di un ecosistema digitale e connesso che evolve insieme alle abitudini di consumo degli utenti.

I contenuti occupano senza dubbio una posizione di primo piano all’interno di questo ecosistema. Massima espressione culturale e potente strumento di condivisione di valori ed emozioni, essi rappresentano la più importante forma di interazione con l’audience, stabilendo connessioni che non sono solamente digitali.

...then network is Queen

Altro elemento fondamentale dell’ecosistema digitale e iperconnesso sono le reti IP, che fanno viaggiare i contenuti e creano esperienze online coinvolgenti e di qualità.

Tali reti, evolute negli anni in termini di performance, velocità ed affidabilità, per rispondere all’aumento della complessità dei contenuti fruiti e al proliferare del traffico Internet, sono note con il termine di Content Delivery Network (CDN) e costituiscono la grande “dorsale” invisibile di Internet.








La futura CDN Rai Way

In qualità di leader nelle infrastrutture per la comunicazione stiamo sviluppando una rete di distribuzione di contenuti specifica per le peculiarità del mercato italiano e per le esigenze degli utenti e dei content provider che lo compongono.

Carrier neutral e con un maggior numero di PoP sul territorio nazionale rispetto alle CDN global che operano anche in Italia, la nostra rete CDN potrà garantire maggiore prossimità agli utenti finali e migliori performance.

Un Data Center principale ospiterà i sistemi HW/SW per le attività di ricezione dei contenuti (ingestion), integrazione con i sistemi terzi (piattaforme di codifica, portali web per la pubblicazione dei contenuti, origin server, App per dispositivi terminali) e per la configurazione ed il monitoraggio in tempo reale della rete CDN e dei servizi di live/VoD streaming erogati (sistemi di gestione).

Ai bordi della rete, i nostri siti periferici (Edge Data Center) collegati con il Data Center principale attraverso reti IP e fibre ottiche di proprietà, ospiteranno i server cache per la distribuzione regionale dei contenuti agli utenti finali.

L’interconnessione con le reti degli ISP (Internet Service Provider) tramite collegamenti di peering o transit Internet consentirà la consegna dei contenuti agli utenti finali presenti sulle reti degli operatori, mentre l’impiego di sistemi di Firewall/Security Gateway, AAA, Log/Siem ed il monitoraggio del SOC, il nostro Security Operations Center, garantiranno la messa in sicurezza della CDN dalle minacce informatiche.

Quality of experience

L’interconnessione della CDN Rai Way con le reti degli ISP e la distribuzione capillare delle cache nei siti periferici di Rai Way garantiranno agli utenti un’elevata “Quality of Experience” (QoE), indipendentemente dalla rete dell’ISP a cui sono connessi (carrier neutral).

Una CDN “Glocal”

La vicinanza dei server cache della CDN agli utenti finali e l’adozione delle tecnologie di streaming più innovative consentiranno di ridurre la latenza e di supportare in modo più efficace i servizi video con elevati valori di bit rate (ad esempio HD, 4K) rispetto alle cosiddette “CDN Global”, presenti in molti paesi e dotate di un elevato numero totale di server, ma con pochi PoP di grandi dimensioni sul territorio italiano.

Ottimizzazione traffico internet

L’architettura capillare della CDN contribuirà a decongestionare le reti backbone degli ISP e, allo stesso tempo, a controllare ed ottimizzare il traffico in ingresso nelle reti degli operatori. Di ciò beneficeranno anche i Content Provider, che solitamente, in occasione dei picchi di traffico che si registrano negli orari serali o durante eventi live di elevato interesse, vedono la qualità dello streaming video degradarsi (video freeze, rebuffering, pixelization, ecc…).

Vuoi saperne di più? Entra in contatto con i nostri esperti!




Cosa è una CDN

La latenza misura la velocità di risposta di un sistema, quanto più è alta, tanto più sarà il tempo necessario ad accedere al contenuto richiesto. Sperimentiamo dei tempi di latenza ogni volta che rimaniamo in attesa del caricamento di un video in streaming, ad esempio. Uno dei fattori che incide negativamente sui tempi di latenza è proprio la distanza fisica tra l’utente che richiede il contenuto e il server centrale che lo ospita. Una CDN invece consente agli utenti di connettersi a server distribuiti e fisicamente vicini al luogo in cui essi si trovano, riducendo così i tempi.Una Content Delivery Network è costituita da un gruppo di server distribuiti in più aree geografiche che velocizza la distribuzione dei contenuti avvicinando gli stessi agli utenti.

Tali reti sono state create per risolvere il problema della congestione della rete nella distribuzione di contenuti dai server centrali ai singoli utenti, problema che porta all’aumento dei tempi di caricamento dei contenuti, peggiorando così la online user experience.

Una CDN invece, tramite il caching, memorizza i contenuti sull’edge della rete, riducendo la distanza tra gli utenti e le risorse del sito. Questo si traduce in tempi di caricamento più rapidi ed esperienza di navigazione migliorata.

I vantaggi della CDN