Approvazione del progetto di bilancio al 31 dicembre 2021

Approvazione del progetto di bilancio al 31 dicembre 2021

Adjusted EBITDA in crescita del 5% supportato dalle attività di sviluppo; generazione di cassa ricorrente oltre i 90 milioni di euro


  • Principali risultati economici al 31 dicembre 2021 (vs 31 dicembre 2020):
    • Ricavi core a € 229,9m (+2,4%);
    • Adjusted EBITDA* a € 142,9m (+5,1%);
    • Utile Operativo (EBIT) a € 91,1 m (+1,9%);
    • Utile netto a € 65,4 m (+2,1%);
  • Investimenti** pari a € 85,0m (€ 60,6m al 31 dicembre 2020)
  • Generazione di cassa ricorrente*** pari a € 93,3m
  • Indebitamento finanziario netto per € 87,9 milioni (rispetto a € 46,1 m al 31 dicembre 2020)
  • Proposto un dividendo di 24,36 €cent/azione, corrispondente ad un valore complessivo in linea con l’Utile netto 2021 e ad un dividend yield del 4,5%****
  • Assemblea Ordinaria degli Azionisti convocata per il 27 aprile 2022
  • Proposta all’Assemblea di nuova autorizzazione all’acquisto e disposizione di azioni proprie

1 La Società valuta le performance anche sulla base di alcuni indicatori non previsti dagli IFRS. Di seguito sono descritte le componenti di tali indicatori rilevanti per la Società:

. EBITDA (earnings before interest, taxes, depreciation and amortization): è pari al risultato ante imposte, ammortamenti, accantonamenti, svalutazioni e proventi e oneri finanziari.

. Adjusted EBITDA: è pari al risultato ante imposte, ammortamenti, accantonamenti, svalutazioni e proventi e oneri finanziari e oneri/proventi non ricorrenti.

. Risultato operativo netto o EBIT (earnings before interest and taxes): è pari al risultato ante imposte e ante proventi e oneri finanziari.

. Indebitamento Finanziario Netto: lo schema per il calcolo è conforme a quello previsto dal paragrafo 127 delle raccomandazioni del CESR/05-054b implementative del Regolamento CE 809/2004

2 Esclusi gli investimenti legati all’applicazione del nuovo principio contabile IFRS-16 pari a €9,3m nel 2021

3 Generazione di cassa ricorrente definita come Adjusted EBITDA – Leases – Oneri Finanziari (esclusa componente leasing) – Tasse di Conto Economico Normalizzate – Maintenance Capex. Leases calcolati come somma dell’ammortamento dei diritti d’uso leasing (escluso fondo smantellamento) e degli oneri finanziari sui contratti di leasing

4 Dividend yield calcolato sulla base del prezzo di chiusura del 16 Marzo 2022 registrato sul Mercato Telematico Azionario gestito da Borsa Italiana (5,36 €/azione)



Roma, 17marzo 2022 - Il Consiglio di Amministrazione di Rai Way S.p.A. (Rai Way), riunitosi oggi sotto la presidenza di Giuseppe Pasciucco, ha esaminato e approvato all’unanimità il progetto del bilancio individuale per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2021.


Aldo Mancino, Amministratore Delegato di Rai Way, ha dichiarato: “La performance del 2021 è stata soddisfacente e superiore alle nostre inziali aspettative, con un Adjusted EBITDAin crescita del 5%e investimenti di sviluppo che ammontano ad oltre 70 milioni di euro. Anno dopo anno, abbiamo costantemente migliorato i nostri risultati, raggiungendo una generazione di cassa ricorrente di circa 30 milioni di euro superiore rispetto ai livelli del 2014, anno di quotazione della Società. Alle attività per RAI volte al passaggio alla nuova TV digitale, si sono affiancate quelle relative allo sviluppo di reti per l’emittenza locale-sempre nel contesto del refarming -e alla progettazione di nuove infrastrutture e servizi previsti dal Piano Industriale, quali la rete di edge data center. Infine, siamo orgogliosi di poter affermare che, anche grazie al completamento di diverse iniziative del Piano di Sostenibilità, il miglioramento dei risultati finanziari è stato accompagnato dallo sviluppo del profilo ESG dell'azienda, come riconosciuto dai principali rating providers internazionali.”



Principali risultati al 31 dicembre 2021

I risultati del 2021 evidenziano i prim i contributi delle varie iniziative di sviluppo in corso di implementazione che si riflett ono nella crescita di ricavi , Adjusted EBITDA e della generazione di cassa ricorrente.

In relazione alle attività per il cliente RAI, anche il 2021 si è concentrato principalmente sull’ evoluzione ed aggiornamento della rete DTT funzionali al processo di refarming (secondo quanto definit o nell’ accordo con RAI di dicembre 2019)). In particolare, nel corso dell’anno è stata completata l’estensione della copertura dei MUX tematici, con il sostanziale raddoppio del numero di siti che ospitano i relativi impianti, e sono proseguite le attività per la predisposizione del nuovo MUX macro regionalizzato e per l’upgrade a l DVB T2 dei MUX nazionali.

In merito alle attività rivolte a clienti terzi , sempre nell’ambito del processo di refarming , nel 2021 Rai Way è risultata assegnataria, a seguito del completamento delle gare indette dal Ministero dello Sviluppo Economico, di diritti d’uso di frequenze in Veneto, Friuli Venezia Giulia, Puglia e Basil icata, Sicilia e Lazio (che si aggiungono a i diritti d’uso già assegnati nel 2020 in Lombardia e Piemonte Nel corso dell’anno è stata quindi avviata la realizzazione

delle relative reti che sfrutteranno le infrastrutture esistenti di Rai Way nonché conclusi accordi commerciali con broadcaster s per il noleggio della capacità trasmissiva. Nel segmento del Tower Rental, si conferma no le dinami che anticipate ne l P ian o Industriale della S ocietà, con la progressiva razionalizzazione di prezzi e volumi nel segmento degli operatori di telefonia mobile parzialmente bilanciato dal crescente contributo dei clienti Fixed Wireless.

Sono inoltre proseguite attività inerenti allo sviluppo di nuove piattaforme di distribuzione media e all’espan sione del portafoglio di infrastrutture gestite dalla Società.


Al 31 dicembre 2021 i ricavi core sono pari a € 229,9 milioni, in crescita de l 2 rispetto ai € 224,5 milioni dell’esercizio 2020 . I ricavi riconducibili a RAI, pari a 199,2 milioni, beneficiano del l’incremento collegato alle attività di refarming. I ricavi da clienti terzi si attestano a € 30,8 milioni.

L’Adjusted EBITDA è pari a € 142,9 milioni, in crescita del 5,1 % rispetto a € 136,1 milioni dell’eser cizio 2020. Tale crescita è effetto dei maggiori ricavi e della riduzione dei costi operativi, nonostante i minori risparmi rispetto all’anno precedente derivanti dalle misure di sicurezza collegate alla pandemia Il margine sui ricavi si attesta al 62,2 % (rispetto al 60,6% del 2020 ). Includendo l’impatto degli oneri non ricorrenti (€ 0,4 milion i nel 2021 rispetto a €

1,0 milione del 2020 ), EBITDA è pari a € 142,6 milioni, in crescita del 5,6% rispetto ai € 135,1 milioni registrati nel 2020.

L’Utile operativo (EBIT) è pari a € 91,1 milioni, in crescita del l’ 1,9% rispetto ai € 89,4 milioni del 2020 , nonostante i maggiori ammortamenti derivanti dai crescenti investimenti di sviluppo.

L’Utile netto si attesta quindi a € 65,4 milioni, in aumento del 2,1% rispetto all’esercizio 2020 , quando era pari a € 64,0 milioni , anche beneficiando di un’agevolazione fiscale fiscale5 una tantum di € 1,0 milione maturata nel primo trimestre.

Nell’esercizio 2021 gli investimenti6 sono pari a € 85,0 milioni, di cui € 70,7 milioni legati ad attività di sviluppo ed M&A (€ 60,6 milioni nell’esercizio 2020 , di cui € 48,3 milioni in attività di sviluppo ed M&A ). Il livello di investimenti di sviluppo riflette principalmente l’avanzamento

delle attività legate al processo di refarming

Il capitale investito netto7 è pari a € 253,8 milioni, con un indebitamento finanziario netto pari a € 87,9 milioni (inclusivo dell’effetto dell’applicazione del principio contabile IFRS 16 per € 36,5 milioni) rispetto ai € 46,1 milioni al 31 dicembre 2020 A l netto degli investimenti di sviluppo e del pagamento dei dividendi la generazione di cassa ricorrente8 si attesta a € 93,3 milioni


Sul fronte della sostenibilità, la S ocietà ha avviato l’implementazione del Piano di Sostenibilità che, approvato a marzo 2021 e pienamente integrato con la strategia industriale, registra a fine anno un significativo progres so rispetto a lle iniziative previste. Tra gli obiettivi più rilevanti conseguiti ad oggi si segnala la conferma dell’approvvigionamento 100% green dell’energia elettrica quale fondamentale passo verso il raggiungimento della Carbon Neutrality al 2025 l ’introduzione di un piano di incentivazione di lungo periodo con target anche di natura ESG e la configurazione di un modello strutturale di smart working per i propri dipendenti . L’impegno di Rai Way su questi temi è stato apprezzato anche dai principali rating providers internazionali (es. CDP, MSCI, Sustainalytics) che hanno riconosciuto alla società importanti upgrade al termine de lle valutazioni sulle attività 2021.


5 L’agevolazione fiscale è relativa all’incremento di 1 milione di euro del limite massimo concesso per aiuti di Stato applicato al calcolo dell’IRAP per l’esercizio 2020 ai sensi del Decreto Sostegni del 22 marzo 2021 e del Decreto Rilancio del 19 maggio 2020

6 Esclusa la componente relativa ai leasing IFRS-16

7 Il capitale investito netto è dato dalla somma del capitale immobilizzato, delle attività finanziarie non correnti e del capitale di esercizio.

8 Generazione di cassa ricorrente definita come Adjusted EBITDA – Leases – Oneri Finanziari (esclusa componente leasing) – Tasse di Conto Economico Normalizzate – Maintenance Capex. Leases calcolati come somma dell’ammortamento dei diritti d’uso leasing (escluso fondo smantellamento) e degli oneri finanziari sui contratti di leasing



Proposta di destina zione dell’utile d’esercizio

Nel corso della seduta odierna, il Consiglio di Amministrazione di Rai Way ha deliberato di proporre all’Assemblea degli Azionisti di destinare l’utile netto dell’esercizio 2021 a dividendo in favore degli Azionisti per un importo di circa € 6 5,4 milioni, portando a nuovo circa € 7.863 . Di conseguenza, si propone di attribuire tenuto conto delle n. 3.625.356 azioni proprie in portafoglio il cui diritto all’utile è attribuito pr oporzionalmente alle altre azioni9 a ciascuna delle azioni ordinarie in circolazione un dividendo complessivo di € 0,2436 lordi, da mettersi in pagamento a decorrere dal 25 maggio 2022 , con legittimazione al pagamento il 24 maggio 202 2 (cosiddetta record date ") e previo stacco della cedola nr. 8 il 23 maggio 2022



Evoluzione prevedibile della gestione

Per l’esercizio 2022 la Società prevede:

- una crescita dei ricavi mid-single-digit guidata dall’indicizzazione all’inflazione e dagli impatti del refarming sia per RAI che per clienti terzi;

- una crescita dell’Adjusted EBITDA nell’ipotesi di progressiva normalizzazione dei prezzi dell’elettricità;

- Investimenti di mantenimento in linea con il livello previsto nel Piano Industriale 2020-23; investimenti di sviluppo in aumento rispetto al 2021 per effetto del completamento delle attività di refarming e dell’implementazione dei nuovi servizi.



Convocazione dell’Assemblea Ordinaria

Il Consiglio di Amministrazione ha stabilito la convocazione dell’Assemblea Ordinaria per il 27 aprile 2022, in unica convocazione, alle ore 11.00 , presso gli
uffici della sede legale della Società in Roma, via Teulada n. 66. L’Assemblea si svolgerà in virtù di quanto previsto dalla normativa emanata per il contenimento del contagio da COVID 19, c ome sarà precisato nel relativo avviso di convocazione.


9 Ai sensi dell’art. 2357-ter cod. civ.



L’Assemblea sarà chiamata a deliberare in merito:

- all’approvazione del bilancio d’esercizio 2021 ed alla proposta di destinazione dell’utile di esercizio;

- alla (i) prima sezione della Relazione sulla politica in materia di remunerazione e sui compensi corrisposti, ai sensi dell’Art. 123-ter commi 3 bis e 3 ter del TUF e (ii) seconda sezione della medesima Relazione ai sensi dell’Art. 123- comma 6 del TUF;

- all’integrazione dei corrispettivi della società di revisione PricewaterhouseCoopers S.p.A.;

- al rilascio - previa revoca dell’autorizzazione assembleare deliberata in data 27 aprile 2021 - di una nuova autorizzazione all’acquisto e disposizione di azioni proprie.



Proposta all’Assemblea di autorizzazione all’acquisto e disposizione di azioni proprie previa revoca della precedente autorizzazione

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di proporre all’Assemblea previa revoca dell’autorizzazione deliberata il 27 aprile 2021 di autorizzare, nei diciotto mesi dalla data della deliberazione assembleare, l’acquisto, in una o più volte e anche per il tramite di intermediari, di azioni proprie sino a un numero massimo di azioni tale da non eccedere il 10% del capit ale sociale pro tempore , ad un prezzo che non dovrà essere né inferiore né superiore di oltre il 20% rispetto al prezzo ufficiale di borsa delle azioni registrato da Borsa Italiana S.p.A. nella seduta precedente ogni singola operazione, secondo una qualsiasi delle modalità consentite dalla normativa applicabile di legge o regolamentare, nazionale o europea vigente in materia, con la sola esclusione della facoltà di effettuare gli acquisti di azioni proprie attraverso acquisto e vendita di strumenti deri vati negoziati nei mercati regolamentati che prevedano la consegna fisica delle azioni sottostanti, l’acquisto potendo essere, eventualmente, effettuato anche in base ad applicabili prassi di mercato ammesse dalla Consob.

Ciò al fine di permettere alla Società di continuare a disporre di un importante strumento di flessibilità, da eventualmente utilizzarsi a fini di:

- investimento della liquidità a medio e lungo termine, o per scopi di ottimizzazione della struttura del capitale sociale ovvero comunque per cogliere opportunità di mercato;

- intervento, nel rispetto delle disposizioni vigenti, per contenere movimenti anomali delle quotazioni e per regolarizzare l’andamento delle negoziazioni e dei corsi, a fronte di momentanei fenomeni distorsivi legati a un eccesso di volatilità o a una scarsa liquidità degli scambi;

- creazione di un portafoglio di azioni proprie di cui poter disporre per impieghi ritenuti di interesse per la Società, ivi incluso a servizio di piani di incentivazione azionaria ovvero nel contesto di assegnazioni gratuite di azioni ai soci.

È inoltre contestualmente formulata la proposta sempre previa revoca dell’autorizzazione già deliberata dall’Assemblea del 27 aprile 2021 di autorizzare, senza limiti temporali, la disposizione, anche per il tramite di intermediari, delle azioni proprie acquistate nei termini che precedono, ovvero già detenute dalla Società, anche prima di aver esercitato integralmente l’autorizzazione all’acquisto di cui sopra, ad un prezzo o, comunque, secondo criteri e condizioni determinati dal Consiglio di Amministrazione, avuto riguardo alle modalità realizzative impiegate, all’andamento dei prezzi delle azioni nel periodo precedente l’operazione e al migliore interesse della Società, secondo le finalità (ivi incluse quelle di cui sopra) e con una qualunque delle modalità previste dalla normativa applicabile di legge o regolamentare, nazionale o europea vigente in materia. Le azioni a servizio di piani di incentivazione azionaria saranno assegnate con le modalità e nei termini previsti dai regolamenti dei relativi piani. Si rinvia comunque per ulteriore informativa alla Relazione del Consiglio di Amministrazione inerente alla proposta di autorizzazione che sarà pubblicata secondo le modalità (tra cui la pubblicazi one sul sito internet della Società www.raiway.it nella sezione dedicata all’Assemblea ) e nei termini prescritti.


Rai Way informa che oggi giovedì 1 7 marzo 202 2 alle ore 17:30 CET i risultati dell’esercizio 202 1 saranno presentati alla comunità finanziaria via conference call.

La presentazione a supporto della conference call sarà preventivamente resa disponibile sul sito della società www.raiway.it nella sezione Investor Relations.

Per partecipare alla conference call:

Italia: +39 02 8020911

UK: +44 1 212818004 USA: +1 718 7058796

Il replay della conference call sarà disponibile dopo la fine dell’evento nella sezione Investor Relations Events kit del sito www.raiway.it .

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Adalberto Pellegrino, dichiara, ai sensi dell’art. 154 bis del TUF, che l’informativa contabile contenuta nel presente comunic ato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

Disclaimer

Il presente comunicato contiene elementi previsionali su eventi e risultati futuri di Rai Way che sono basati sulle attuali aspettative, stime e proiezioni circa il settore in cui Rai Way opera e sulle attuali opinioni del management. Tali elementi hanno per loro natura una componente di rischio ed incertezza perché dipendono dal verificarsi di eventi futuri. Si evidenzia che i risultati effettivi potranno differire in misura anche significativa rispetto a quelli annunciati in relazione a una moltepli cità di fattori tra cui: condizioni economiche globali, impatto della concorrenza, sviluppi politici, economici e regolatori in Italia.



Per le tabelle vedi l'allegato



Allegati



Comunicato finanziarioAssemblea