Corporate Governance

Società Trasparente

Nell’area sono pubblicate le informazioni previste ai sensi della normativa sulla trasparenza e prevenzione della corruzione.

Bandi di gara e contratti

Trasparenza - fornitori - pubblicazione ex lege 190/2012

L’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) ha pubblicato la Delibera n. 39 del 20 gennaio 2016 con cui vengono fornite indicazioni alle Amministrazioni pubbliche sull’assolvimento degli obblighi di pubblicazione e trasmissione dei dati in formato aperto, ai sensi dell’art. 1 comma 32 Legge 190/2012, come aggiornato dall’art. 8, comma 2, della legge n. 69/2015.

Tale norma prevede in particolare l’obbligo per le stazioni appaltanti di pubblicare, sui propri siti web istituzionali, con riferimento ai procedimenti di cui al comma 16, lettera b) della stessa legge, le seguenti informazioni: struttura proponente; oggetto del bando; elenco degli operatori invitati a presentare offerte; aggiudicatario; importo di aggiudicazione; tempi di completamento dell’opera, servizio o fornitura; importo delle somme liquidate. L’art. 8, comma 2, della 27 maggio 2015, n. 69, integrando il suddetto art. 1 comma 32 Legge 190/2012, ha previsto l’obbligo di trasmettere con cadenza semestrale tali informazioni alla Commissione per la valutazione, la trasparenza e l’integrità delle Amministrazioni pubbliche (ora ANAC).

Le informazioni sulla trasparenza per la fase di affidamento dei contratti è reperibile sul portale fornitori (Vai al portale fornitori Rai Way) nella sezione Avvisi – Società Trasparente – Affidamento contratti.

I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla normativa vigente sul riuso dei dati pubblici (direttiva comunitaria 2003/98/CE e D.Lgs. 36/2006 di recepimento della stessa), in termini compatibili con gli scopi per i quali sono stati raccolti e registrati, e nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali.

Altri contenuti - Corruzione

In attuazione delle previsioni di cui alla Legge 190/2012 recante Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione e in base alle indicazioni contenute nel Piano Nazionale Anticorruzione, Rai Way ha adottato, con delibera del Consiglio di Amministrazione del 30 gennaio 2015, il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione 2015-2017. In data 29 gennaio 2016 Il Consiglio di Amministrazione di Rai Way ha approvato il nuovo Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione 2016-2018.

Relazione prevista dall’art. 1, comma 14, della Legge n. 190 del 2012

Nomina del Responsabile Prevenzione della Corruzione

Il CdA di Rai Way del 16.12.2014 ha deliberato la nomina del Responsabile Prevenzione della Corruzione nella persona della dott.ssa Angela Pace (rpc@raiway.it) con efficacia 21 gennaio 2015.

Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione

Whistleblowing

Nell'ottica di favorire e facilitare l'attività del segnalante, il cui ruolo assume rilevanza di interesse pubblico, dando conoscenza, se possibile tempestiva, di problemi e/o pericoli alla Società si pubblica la casella di posta elettronica del rpc (rpc@raiway.it) a cui è possibile inviare segnalazioni di violazioni dei protocolli del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e/o di condotte illecite inerenti Rai Way, ferme restando le garanzie che il PTPC Rai Way prevede in relazione alla tutela del segnalante, non ultimo l’obbligo di riservatezza a carico di tutti coloro che ricevono o vengono a conoscenza della segnalazione e di coloro che successivamente venissero coinvolti nel processo di gestione della segnalazione, fatte salve le comunicazioni di legge. Al soggetto che violerà tale obbligo, in assenza di cause di giustificazione, verrà irrogata una sanzione proporzionata: (i) alla gravità della violazione, (ii) alle conseguenze della violazione, (iii) al grado soggettivo di colpevolezza dell’agente (iv) alla posizione ricoperta.