Infrastrutture e Territorio

Una presenza capillare sul territorio

Operiamo attraverso una rete di diffusione e trasmissione costituita da oltre2.300 siti, collocati in posizioni strategiche e distribuiti in modo capillare su tutto il territorio nazionale. Disponiamo di due centri nazionali di controllo, a Milano e a Roma, e di una rete di trasporto in fibra ottica, ponti radio e satelliti.

La nostra infrastruttura tecnologica di elevatissima qualità è in grado di fornire un servizio di eccellenza. A fare la differenza è anche la presenza in tutte le regioni italiane dei nostri tecnici, eredi di chi ha fatto la storia del broadcasting radiotelevisivo in Italia.

 

Risorse tecnologiche: una costante attenzione all’innovazione e all’ambiente

La nostra rete è oggi interessata da un importante processo di rinnovamento tecnologico, funzionale a liberare le frequenze nella banda 700 MHz per lo sviluppo del 5G e passare allo standard DVB-T2.

Nell’ambito di questo processo, il refarming, stiamo sostituendo i nostri apparati di diffusione e trasmissione: non si tratta soltanto di riconfigurare la rete per allinearla ai nuovi standard, ma di realizzare un upgrade digitale dell’infrastruttura, estendendo in parallelo la copertura di rete. Investiremo oltre 100 milioni di euro entro il 2023 per attivare sistemi e apparati più efficienti, che permetteranno anche di ridurre il nostro impatto paesaggistico, contenere le emissioni elettromagnetiche e abbassare i consumi energetici, in linea con quanto previsto nel nostro Piano di Sostenibilità 2023 e nella nostra politica di sostenibilità.

La nostra rete di diffusione consente di coprire oggi più del 99% della popolazione. Stiamo rafforzando i legami con il territorio attraverso l’estensione di questa copertura, aumentando il numero di comuni italiani che potranno ricevere tutti i canali tematici della Rai.

Il processo di refarming avrà quindi ricadute positive per la comunità, a livello ambientale e sociale.

 

Risorse umane: una nostra eccellenza

Disponiamo di una presenza sul territorio senza confronti in Italia e i nostri tecnici danno prova di eccellenza tecnica, ma anche di impegno e dedizione per garantire la continuità del servizio pubblico radiotelevisivo e dei servizi a tutti i clienti.

La nostra struttura è articolata in questo modo:

  • Il responsabile Area Nord, Alberto Fassio, coordina le 10 region del Nord Italia ed è responsabile dell’ingegneria e della manutenzione degli impianti su tutto il territorio nazionale.
  • Il responsabile Area Sud, Giuseppe Bisesti, coordina le 10 region del Centro-Sud, oltre a essere responsabile di Infrastrutture & real estate su tutto il territorio nazionale.
  • Le 20 regions, a cui fanno capo le nostre squadre di tecnici sul territorio e che rispondono ognuna a un capo region, hanno in particolare come missione di effettuare l’esercizio e la corretta manutenzione dei siti, oltre a contribuire alla riconfigurazione della rete in vista del refarming.
  • Abbiamo istituito qualche anno fa la figura del “tecnico multiskill”, persone che – dopo una formazione ad hoc – sono in grado di occuparsi sia di manutenzione sia di controllo qualità.

Il ruolo del capo region

Il responsabile region rappresenta il “frontman” di Rai Way sul territorio e funge da coordinatore per tutti i processi locali. Ha la responsabilità non solo degli impianti, ma anche del personale locale, degli acquisti, delle procedure in materia di sicurezza, ambiente e sostenibilità. Coordina le squadre di interventi, mantiene i contatti con la sede locale della Rai e a livello esterno si relazione con gli enti e le istituzioni territoriali, le ARPA, le strutture del MiSE e i clienti esterni.
La copertura del segnale è fortemente legata alle caratteristiche peculiari di ogni territorio: per questo la presenza e la vicinanza sono fattori di successo decisivi nelle relazioni e nel servizio.

 

2.300 siti, oltre il

99% della popolazione

La rete di diffusione e trasmissione terrestre comprende siti in posizioni strategiche in tutte le regioni italiane, dove vengono installati gli apparati tecnologici necessari all’erogazione del servizio per Rai. A Rai Way è demandato anche l’esercizio e la manutenzione degli apparati attivi. Le nostre torri ospitano inoltre apparati di terzi, nell’ambito dei servizi di Tower Business.

Approfondisci
 

2 Centri Nazionali

Il centro di Roma (Transmission Network Operations Center and Services Delivery) e quello di Milano (Broadcast Network Operations Center) sono operativi 7 giorni su 7, 24 ore al giorno.

Approfondisci
 

6.200 km di fibra

La nostra rete di trasporto realizza i servizi di distribuzione e contribuzione radiotelevisiva e radiofonica. L’asset principale per i collegamenti a lunga distanza è la rete in fibra ottica, con connessioni a elevato bit rate che consente la contribuzione in HD e full HD.

Approfondisci
 

50 postazioni e più di

25.000 punti di verifica

Controllo qualità

Per quanto riguarda il controllo qualità, il nostro sistema di monitoraggio integrato e trasversale è in grado di fornire informazioni dettagliate sulle condizioni di ricezione dei segnali radiotelevisivi presenti nell’etere. Il personale presente sul territorio permette inoltre di monitorare continuamente la qualità del servizio.

Approfondisci
 

3+4 Transponder

Sui satelliti Hot Bird 13E e 5W
Rete satellitare

Operiamo la rete satellitare che assicura la diffusione di tutta l’offerta Rai e di canali di altri clienti verso l’Europa, il Nord Africa e il Medio Oriente, oltre al trasporto dei segnali Rai per la diffusione satellitare su tutti i continenti.

A livello nazionale, la rete satellitare di distribuzione permette la distribuzione di segnali radio, DAB e DTT.

Approfondisci