Know-how ed Infrastrutture per le vostre Reti

I Centri di Controllo Qualità

Rai Way, da sempre ripone grande attenzione al controllo della qualità dei segnali trasmessi, all’utilizzo dello spettro, alle valutazioni degli impatti elettromagnetici.

I centri di controllo di Monza e Sorrento deputati al monitoraggio della conformità delle trasmissioni con la legislazione vigente in Italia e all’estero, sono centri di eccellenza e competenza in materia e best in class a livello internazionale.

 

I Centri sono dotati di laboratori allestiti con strumentazione professionale avanzata in cui si sviluppano procedure, metodologie e sistemi di misura per la valutazione della qualità della ricezione in ottica utente e per il monitoraggio dei segnali diffusi dai trasmettitori radiotelevisivi aziendali. Nei laboratori vengono inoltre verificate le prestazioni di ricevitori e strumenti di misura di nuova generazione proposti sul mercato professionale nonché tarati gli strumenti aziendali.

Il personale dei Centri è costituito da tecnici il cui know-how è altamente specializzato nell’ambito della misura in radiofrequenza. Tale competenza viene mantenuta all’avanguardia anche attraverso la partecipazione alle attività dei gruppi di lavoro dei più rilevanti organismi nazionali ed internazionali (ITU-R, EBU, Cenelec, CEI, BNE). 

 

 

 

Il Monitoraggio continuo

Rai Way dispone di una rete di Monitoraggio capillare (circa 50 postazioni) in grado di fornire informazioni dettagliate sulle condizioni di ricezione dei segnali radiotelevisivi presenti nell'etere in ottica utente, interamente progettata, sviluppata e gestita nell’ambito dei Centri di Controllo.

Questo sistema di monitoraggio nato agli inizi degli anni 90 per effettuare semplici controlli, con il nome "Rete Leggera" è ora un sistema di monitoraggio integrato e trasversale a diverse attività aziendali quali il controllo delle emittenti Rai Way e private nei siti con problematiche NIR e la valutazione dei Key Performance Indicator in sinergia con i dati di altri sistemi aziendali.

La rete è strutturata in modo gerarchico e consente di rilevare eventi sugli impianti di diffusione (in modo continuo, a campione, ad intervalli di tempo prefissati, condizionati, ecc.) o situazioni che dipendono sia dal sistema in uso sia dalle condizioni al contorno.

La rete di controllo, oltre ad essere ampiamente utilizzata per scopi interni, ha la possibilità di mettere a disposizione dati per le esigenze dei Clienti. Rai Way offre un servizio "chiavi in mano" di controllo con segnalazione in real-time di eventi rilevanti e Reportistica di periodo sui principali parametri sotto osservazione.  

Ad integrazione delle attività di misura di routine, la rete è anche impiegata per analisi sperimentali e studi specifici, nonché come supporto alla sorveglianza degli impianti. 

 

La valutazione dell’impatto elettromagnetico: le misure NIR

I campi elettromagnetici generati dagli impianti radiotelevisivi fanno parte delle radiazioni non ionizzanti (NIR – Non Ionizing Radiation) in quanto non posseggono energia sufficiente per ionizzare la materia. Negli ultimi decenni l’attenzione agli effetti delle radiazioni  lettromagnetiche sulla salute umana ha subito un notevole incremento nell’opinione pubblica, generando la necessità di valutare l’esposizione di popolazione e lavoratori.

L’evoluzione legislativa, per quanto riguarda l’esposizione della popolazione e dei lavoratori, ha portato allo sviluppo di una specifica normativa di settore ed alla necessità da un lato di misurare valori estremamente ridotti e dall’altro valori elevati, imponendo l’utilizzo di strumenti di misura adeguati allo scopo.

Rai Way è una delle realtà più competenti a livello nazionale in materia di gestione delle problematiche inerenti l’impatto elettromagnetico in relazione alla salute umana ed i Centri di Controllo sono i Centri di Competenza per le attività connesse a questa problematica. I Centri hanno avuto un ruolo di primo piano, partecipando sia allo sviluppo della strumentazione sia alla definizione delle condizioni operative e dei metodi di misura attraverso studi, sperimentazioni e partecipazione ai gruppi di lavoro per la definizione degli standard nazionali ed internazionali (CEI, Cenelec).

Nell’esperienza pluriennale è stato acquisito sul campo un know-how di eccellenza sulle tecniche di misura delle grandezze cosiddette derivate, cui la legge italiana per la popolazione fa esclusivo riferimento (campo elettrico, campo magnetico e densità di potenza).