La nostra storia

Le nostre tappe più importanti

Operativa dal 1 marzo 2000 in seguito al conferimento del ramo d'azienda "Divisione Trasmissione e Diffusione" della Rai Radiotelevisione Italiana S.p.A., Rai Way ha acquisto il patrimonio tecnico di know how e la proprietà di infrastrutture ed impianti grazie ai quali trasmette e diffonde programmi televisivi e radiofonici in Italia e all’estero e offre una vasta gamma di servizi tecnici ad alta complessità alla propria Clientela.

Legenda:

 
Traguardi operativi
 
Traguardi commerciali
 

2018

Avvio del servizio di diffusione del canale Rai in 4K

Avvio delle attività per l’estensione del servizio di diffusione dei MUX tematici

Estensione del servizio DAB+ lungo il tratto autostradale A4 (Torino – Trieste)

 

2017

 

Rai Way sigla accordo di lungo periodo per la gestione e la manutenzione della rete di diffusione radiotelevisiva del Gruppo Norba

 

2016

Upgrade della rete di trasporto in fibra ottica con standard IP

 

2015

Rinnovo del contratto con il quarto operatore di comunicazioni mobili

 

2014

Rinnovo contratto di servizio con Rai            

 

Quotazione sul Mercato Telematico Azionario di Borsa Italiana

Rinnovo del contratto con 2 ulteriori operatori di comunicazioni mobili

 

2013

DAB+ broadcasting in Trentino

Rinnovo del contratto con il primo operatore di comunicazioni mobili

 

2012

Concluso lo switch-off della Tv analogica   

 
 

2011

Certificazione OHSAS 18001/2007 per la Salute e Sicurezza dei lavoratori

 

2008

Trasmissione degli Europei di Calcio 2018 in HD sul Digitale Terrestre

Certificazione ISO14001 per il Sistema di Gestione Ambientale

Inizio dello switch-off televisivo analogico

 

2007

Avvio dei test HDTV

Siglato accordo di co-siting per Roma M. Mario

Avvio sperimentale della diffusione radiofonica in standard digitale T-DMB

Rai 2 passa al digitale terrestre televisivo a Cagliari ed Aosta

 

2006

Avvio dei test DTT

 

2003

Completata la rete di trasporto di Rai Way

 

2002

Rai Way completa l’azione commerciale rivolta agli operatori di comunicazioni mobili, acquisendo nel proprio portfolio anche il quarto player italiano

 

2001

Rai Way, in ottica di valorizzazione dei propri asset, struttura l’offerta innovativa di co-siting

 

2000

Nasce Rai Way S.p.A.
Rai way inizia ad operare come entità separata

 
 

Switch off analogico

Il 2012 ha rappresentato una tappa tecnologica fondamentale per l’intero sistema televisivo italiano: la fine dell’era analogica e l’integrale conversione della rete di broadcasting TV al digitale terrestre.

Grazie ad un lavoro coordinato di tutte le sue strutture, la Società ha puntualmente raggiunto gli obiettivi normativi (legge n.112/04) di copertura della rete digitale terrestre completando lo switch off nel 2012.

Il 4 luglio, con lo spegnimento del segnale analogico trasmesso da Monte Pellegrino a Palermo, Rai Way ha finalizzato un progetto durato quattro anni, commutando al digitale l’ultimo impianto della storica piattaforma trasmissiva della Rai.

L’impegno di Rai Way è stato costante e fondamentale e, grazie all’insourcing di diverse attività tecniche, ha consentito di valorizzare il know-how interno in un’ottica di generale efficientamento economico.

In uno scenario di media digitali e multipiattaforma che sempre più spesso offrono servizi a pagamento, il DTT ha rappresentato per i telespettatori un cambiamento sostanziale, offrendo una migliore qualità dei contenuti e una maggiore disponibilità di canali free-to-air.

Ancora oggi, il DTT rappresenta la piattaforma televisiva maggiormente diffusa e la tecnologia più affidabile per la diffusione live dei grandi eventi.

 
 

Quotazione in borsa

Il 2014 è stato un anno di svolta per Rai Way. La quotazione della Società sul Mercato Telematico Azionario di Borsa Italiana, avvenuta nel mese di novembre, ha visto affiancarsi a Rai centinaia di nuovi azionisti, compresi alcuni tra i più importanti investitori istituzionali del mercato italiano ed internazionale ed il pubblico retail che hanno confermato così il grande apprezzamento per il patrimonio umano, l’eccellenza tecnologica, i risultati raggiunti e le prospettive di sviluppo della Società.

Con l’IPO, Rai Way ha avviato un percorso di apertura al mercato, rafforzando la propria immagine come entità indipendente con l’obiettivo di valorizzare competenze e infrastrutture per acquisire nuovi clienti e fornire servizi sempre più innovativi.

 

 
 

Accordo con Gruppo Norba

Il 1° marzo 2017 Rai Way ha concluso un importante accordo pluriennale per l’esercizio e la manutenzione della rete trasmissiva, televisiva e radiofonica, del Gruppo Norba, operatore locale attivo da più di 40 anni in Italia e leader nel settore della comunicazione multimediale nel Mezzogiorno.

Contestualmente, Rai Way ha acquisito da Telenorba l’intero capitale della società Sud Engineering S.r.l con 30 siti trasmissivi localizzati in Puglia, Basilicata e Molise.

Grazie all’accordo con il Gruppo Norba, Rai Way ha consolidato il proprio ruolo di network provider di riferimento per il sistema radiotelevisivo italiano, aumentando il numero di Mux gestiti e proseguendo nella diversificazione del proprio portafoglio clienti.

 

Leggi il comunicato stampa